La comunità medica in prima linea nella quarantena

È noto che alcuni sponsor olimpici di Tokyo hanno proposto al comitato organizzatore olimpico di posticipare l’evento di due o tre mesi. Se le Olimpiadi si svolgeranno con un numero limitato di spettatori, la perdita per gli sponsor sarà enorme, quindi si suggerisce di posticipare l’apertura fino a quando non aumenterà il tasso di vaccinazione per la nuova infezione da coronavirus (COVID-19) in Giappone. Tuttavia, il comitato organizzatore ha negato il rinvio, affermando che non esisteva tale richiesta.

Il Financial Times (FT), quotidiano britannico, ha riportato il 4 (ora locale) che alcuni sponsor olimpici di Tokyo hanno proposto al governo giapponese un piano per organizzare i Giochi Olimpici a settembre o ottobre di quest’anno. Infatti, secondo i risultati del sondaggio del settimanale giapponese Shukan Post, solo l’8,5% di tutti gli sponsor ha espresso chiaramente il proprio sostegno all’evento.

Il motivo per cui lo sponsor ha tirato fuori la carta fumogena è per ridurre le proprie perdite. Le aziende vedono l’effetto pubblicitario e partecipano come sponsor olimpici. Invece di sponsorizzare le Olimpiadi, è possibile aumentare l’effetto promozionale dell’azienda organizzando un evento di vendita dei biglietti o allestendo uno stand PR di fronte allo stadio. Tutte le strategie di marketing sono costruite sulla premessa che il pubblico entri audience

Il problema è che se le Olimpiadi si tengono come programmato, c’è un’alta probabilità che gli spettatori siano limitati. Già ad aprile il comitato organizzatore 구글상위노출 ha deciso di non consentire l’ingresso agli spettatori stranieri e entro questo mese si deciderà se gli spettatori giapponesi potranno entrare. Rispetto al mese scorso, quando il numero di casi confermati giornalieri superava i 6.000, la situazione dell’infezione da COVID-19 in Giappone è migliorata, ma ci sono ancora circa 3.000 casi confermati al giorno, quindi la possibilità dell’evento senza pubblico non può essere esclusa su.

Se non c’è pubblico, l’efficacia della pubblicità è notevolmente ridotta, il che porta alla perdita di sponsor. 47 aziende giapponesi hanno partecipato come sponsor per questi Giochi Olimpici e hanno speso più di $ 3 miliardi (3,349,5 trilioni di won) in totale. I funzionari di due sponsor si sono lamentati con FT che il costo investito nelle Olimpiadi era diventato “spesa inutile” dal punto di vista dell’azienda.

Un modo per ridurre i danni è posticipare le Olimpiadi. Anche se occorrono due o tre mesi, è possibile aumentare il tasso di vaccinazione in Giappone guadagnando tempo e, in tal caso, aumenta la possibilità di riceverlo dal pubblico giapponese. Un dirigente di uno degli sponsor ha dichiarato al FT: “Se la competizione viene posticipata, il tasso di vaccinazione aumenterà e quindi più spettatori potranno riceverlo”.

Il comitato organizzatore ha respinto il rapporto di FT secondo cui lo sponsor aveva richiesto un rinvio, dicendo: “Non c’era tale richiesta”. In tempo per la cerimonia di apertura del 23 luglio, sono già iniziati i preparativi specifici per l’evento. Il comitato organizzatore ha deciso di installare una recinzione di sicurezza intorno allo Stadio Nazionale dall’8 e controllare il traffico intorno ad esso. Il 19 di questo mese, nell’ambito della formazione per le cerimonie di apertura e chiusura, inizierà una formazione di trasporto di squadra su larga scala.

댓글 달기

이메일 주소는 공개되지 않습니다. 필수 항목은 *(으)로 표시합니다